Permanenza dell'ospite

In tutte le Strutture si realizza una suddivisione per Nuclei che raggruppano Ospiti con problematiche simili. Il Nucleo individua un numero ristretto di utenti inseriti in spazi adeguati alle caratteristiche ed ai bisogni assistenziali e personali al fine di garantire un servizio personalizzato, flessibile e mirato. Presso ogni Nucleo è individuato un Referente che coordina gli interventi orientando gli Operatori al perseguimento degli obiettivi che l'U.O.I. ha stabilito. Il personale che vi opera in maniera quanto più possibile stabile beneficia di interventi di formazione specialistica e permanente.
Con lo scopo di offrire soluzioni alternative alla istituzionalizzazione, in accordo con gli attuali indirizzi in materia di assistenza sociale, l'Ente riserva anche presso i propri Centri Servizio per Anziani Non-Autosufficienti posti letto per i Ricoveri Temporanei di Sollievo. Si è potuto constatare che il ricovero temporaneo dà la possibilità alle famiglie, che vivono permanenti situazioni di stress assistenziale di affidare per un periodo l'assistenza del parente ad un Centro Servizi. Il ricovero temporaneo è un servizio alle famiglie che in questo modo possono recuperare energie senza dover prendere la dolorosa scelta della istituzionalizzazione definitiva, trascorrere un periodo di vacanza, od occuparsi delle proprie esigenze di salute, ecc.
Durante la fase di permanenza in Struttura, temporanea e non, l'Equipe Multiprofessionale pone particolare attenzione ai principali pericoli collegati all'età anziana e alla progressiva perdita di autonomia: in particolare le cadute, i disturbi del comportamento e la contenzione, le piaghe da decubito, la perdita dell'autonomia motoria, la perdita della capacità di espressione e comprensione del linguaggio, la perdita della capacità cognitiva, la depressione e la perdita delle abilità sociali e relazionali. Allo scopo di realizzare tempestivamente interventi di prevenzione e cura di queste criticità dell'anziano l'I.R.A.S. realizza collaudati progetti d'intervento qui di seguito sinteticamente descritti.